NUOVA ZELANDA

Si chiama “Tutarakauika ki Rangataua” , il gruppo della Nuova Zelanda e che rappresenta la città di Mataatua Waka, della regione Bay of Plenty. La formazione folkloristica, è guidata dall’anziano Te Awanuiaarangi Black, sin dal 1995 e prende il nome da una balena ancestrale, guardiano spirituale dell’oceano autore, nel passato, di passaggi sicuri nei viaggi dei propri antenati. Per questo, la Nuova Zelanda, vuole onorare le proprie guide spirituali, personificando i propri valori di forza, coraggio e tenacia attraverso la cultura maorica tradizionale, raccontando di tessitura, navigazioni, attraverso forme d’arte come lo spettacolo, a conservazione della lingua di Maori. Per la prima volta in Italia, si dice orgoglioso di farlo per conto della propria tribù e dei propri antenati, anche quelli caduti combattendo nella prima guerra mondiale.“Non vediamo l’ora di condividere la nostra cultura con tutti voi – hanno dichiarato – “Dove esiste l’eccellenza artistica, c’è dignità umana “.Queste, le parole di un gruppo che si esibisce da oltre 20 anni, davanti a folle di visitatori sia a livello regionale che nazionale.